20 aprile 2008

17

...il nostro pane quotidiano

per la mia famiglia il pistoccu o pane carasau non è semplicemente il "pane tradizionale sardo", è ancora il pane di tutti i giorni, quello che ai primi languori è lì nella dispensa, pronto a farsi sbocconcellare... quello che fa dimenticare agli ospiti gli intervalli troppo lunghi tra una portata e l'altra...

E' un pane paziente, lo puoi dimenticare per settimane, preferendogli il pane fresco, ma quando poi "...hai comprato il pane?" "...IOOO? il pane hai detto che l'avresti preso TU!", lui è lì, croccante, mai TROPPO duro da essere impresentabile, mai ammuffito perchè QUALCUNO:/ si è dimenticato di toglierlo dal sacchetto ...è lì che aspetta il suo turno senza ripicche...

I miei nipotini hanno imparato a dire "poccu" ("pistoccu", in bimbese) prima ancora che "pane" ed hanno imparato qual è lo sportello che lo nasconde con la stessa rapidità con cui hanno imparato dietro quale si nascondono i cioccolatini (dove sono i piatti ed i bicchieri continuano a chiederlo anche ora che sono adolescenti;) ), per farsi capire meglio dicevano "poccu" puntando il dito verso lo sportello giusto (...avessero mai dovuto morire di fame per un banale malinteso;) ) e siccome quello sportello "nutriente";) si trovava proprio alla loro altezza, appena si sono fatti più intraprendenti hanno smesso di chiedere ed hanno cominciato a servirsi da soli: sparivano per 2 minuti e ricomparivano brandendo un grosso frammento di "poccu" ...dietro di loro una scia di frammenti più o meno grandi di pane, come dei Pollicini sardi marcavano il percorso...
Può sembrare pericoloso per un bambino un pane che si spezza formando frammenti appuntiti ...mai successo niente: il pistoccu è "buono", come lo è il pane per antonomasia...

Si può "voler bene" ad un tipo di pane? ...evidentemente si, io al pistoccu voglio proprio bene ...da qui la decisione di dedicargli un post ...per l'esattezza, "una serie di post" (rimpiangerete i pistacchi;) ), di cui questo è solo il primo, per dimostrarne la versatilità;)

La premessa indispensabile è che il pane carasau non è tutto uguale: esistono forme e soprattutto spessori molto diversi, da quello sottilissimo, adatto ad essere sgranocchiato, a quello così spesso da non poter essere usato se non bagnato ...o asciutto ma esibendo un'autorizzazione scritta del vostro dentista:D

Ecco due tipi di carasau di spessore molto diverso..vedete come è spesso questo?
...si vede la differenza con l'altro?
...così meglio?(ditemi di si che sennò vi sfinisco con le foto;) )


Per cominciare, ecco i due usi più "scontati", oltre a quello di accompagnare i cibi ai pasti:

1) i proto-flakes

(probabilmente gli americani pensano di averli inventati loro i fiocchi di cereali ...ERRORE! ...quella di frantumare con le mani il pistoccu così da ottenere dei frammenti minuti da mescolare al latte era una pratica diffusa in ogni nuraghe che si rispettasse;)

2) il rotolo di nutella [...o marmellata ...o formaggino ...o mortadella (gusto "adulto";) ) ...o zucchero (gusto "non c'è altro!")]


accompagnato dalla criptica raccomandazione "...attenti alle scarpe!" (il cui significato può essere "decriptato" come segue: "vedete di non spremere il rotolo mentre mordete, affinchè il contenuto non fuoriesca dall'estremità opposta alla bocca, precipitando sulle scarpe!" ...raccomandazione del tutto inutile: il "rotolo" durava quei 10-15 minuti ...impossibile stare "in campana" per tanto tempo... risultato: a fine pomeriggio c'era sempre almeno una scarpa gravemente ferita ...e malamente ripulita:/)


PS: qui trovate il mio eroico tentativo di produrre il pistoccu nel forno di casa;)

17 commenti:

  1. Ahhh, che buono il pane carrasau....
    Con la nutella per me e' il massimo.
    Grazie per l'acquolina in bocca.
    Koala

    RispondiElimina
  2. ciao Koala, sono andata a vedere il tuo blog: un'altra sarda alla conquista del mondo! ...ti leggerò con piacere:* ...e il "rotolo alla nutella" lo dedico a te;) ...attenta alle scarpe!:D

    RispondiElimina
  3. @nn@ non vedo l'ora di mangiare di nuovo questo pane delizioso!!!
    Ti auguro una BELLISSIMA settimana

    RispondiElimina
  4. Ho sorriso un bel po' per i proto-flakes, gran nome!!!!

    RispondiElimina
  5. x Romina: grazie, buona settimana anche a te:*

    x Elena/Comida: ...la risposta sarda alla globalizzazione;)

    RispondiElimina
  6. Che scorpacciate di pane carrasau in quel di Bosa Marina !! Mai provato con la nutella, alla prossima ci provo ;)

    RispondiElimina
  7. Emilia, DEVI assolutamente!;)

    RispondiElimina
  8. UHmmmmm...non posso piu` leggere i tuoi post di prima mattina...Ora rimarro` tutto il giorno a pensare a quel rotolo ripieno di nutella e ai pezzetti di pane carasau sbriciolati nel latte! Che fameeeeeeeee!!!!
    Un abbraccio,
    Ila

    RispondiElimina
  9. iiiiiiiii e se non avevamo la nutella e il formaggino??? mi sembra ancora di sentirne il gusto...caffe e zucchero...ummmmmmmmm-!!!! ora vado e me lo faccio..dopo cena che dite ,,se po'???-

    RispondiElimina
  10. x Ilaria: sono contenta di averti fatto cominciare la giornata con una ventata di ...sardità;) ...e diglielo agli americani che non hanno inventato un bel niente! ...capirai, secoli e secoli di necessità che aguzza l'ingegno e stavamo ad aspattare i loro cornflakes per fare colazione!;)

    x Valeria, col caffè e lo zucchero non l'avevo mai sentito, ma non mi sorprende: Michele mi racconta che in toscana mangiavano il pane bagnato col vino e con sopra lo zucchero:O

    :*

    RispondiElimina
  11. Anna vuoi ridere??? Qui vantano l'invenzione della pizza! Sono dei fuori! Comunque mio nonno ci metteva sempre lo zucchero nel pane carasau bagnato, era una merendina tipica del pomeriggio. rotolini allo zucchero (una bomba).. o il cioccolato in polvere.

    RispondiElimina
  12. x Ilaria: cacao? ora mi sono ricordata che a me li facevano anche con ricotta spolverizzata di cacao ...mmmmmm:p ...sarebbe giusto l'ora di merenda;)

    RispondiElimina
  13. Ciao,

    sono Roberto, dello Staff de "IlBloggatore" (http://www.ilbloggatore.com).

    Se non ti è ancora capitato di visitarlo, si tratta di un aggregatore on line di blog, finalizzato alla divulgazione di notizie provenienti dal mondo informatico. Si tratta di un'iniziativa che ha manifestato il suo successo fin dai primi giorni, convogliando numerosi visitatori verso i blog partecipanti.

    Adesso stiamo creando un nuovo spazio per consentire l'inserimento di tutti quei blog che trattano argomenti legati alla cucina.

    In questo modo sarà possibile ottenere maggiore visibilità, attraverso la diffusione degli articoli presenti sul proprio blog, in quanto l'aggregatore indirizza i diversi visitatori verso i blog iscritti.

    L'adesione all'iniziativa è completamente GRATUITA!

    Se desideri avere un'idea del funzionamento dell'aggregatore, puoi visitare il link de "Il Bloggatore". Naturalmente, esso costituisce un esempio. Ti suggerisco di visitare, in particolare, la sezione "Chi siamo".

    Ti interessa partecipare con il tuo blog?
    Se si, allora facci sapere, rispondendo a questa email!

    Ciao e a presto!
    Roberto - Staff de "Il Bloggatore" - http://www.ilbloggatore.com

    RispondiElimina
  14. lo adoro ,nella mia dispensa non manca mai, è talmente versatile e anche veloce specialmente in estate, due pompdori secchi sott'olio, un pezzetto di formaggio ecc... 1 minuto di microonde è il gioco è fatto, in inverno specialmente quando cè freddo,lo faccio in versione classica uova pomodoro formaggio buon fine settimana, se ti và passa dal mio archivio trovi la mia versione

    RispondiElimina
  15. x Caravaggio: davvero hai tanta familiarità col carasau? ...mi fa piacere perchè merita:) ...verrò a vedere la versione postata sul tuo blog;)

    RispondiElimina
  16. A casa nostra non manca mai il carasau ne' il guttiau, stranamente e' mio marito tedesco che lo compra sempre. Io in negozio penso sempre di poterne fare a meno non lo compro mai, poi quando e' li a tavola e' come con le ciliegie non riesci piu' a smettere. Certo che le tue idee con nutella o ricotta e cacao sono molto interessanti. Wella

    RispondiElimina
  17. Wella, ma tu sei sarda? ..vivi in germania? ...racconta un po' :)

    ...sul carasau hai ragione, quando sono a dieta evito di metterlo a tavola perché finisco per sgranocchiarlo senza neanche accorgermene ;;)

    RispondiElimina

...su, dai! ...non essere timido! ;)

Blog Widget by LinkWithin