29 aprile 2015

2

Torta di mele senza sensi di colpa

Da quando ho ripreso a postare ricette su questo blog ho cercato di evitare di esagerare con i dolci, ma dopo 10 post "salati" di fila (un vero record per i miei standard!) direi che è tempo di qualcosa di "zuccherino".
Neanche esageratamente poi, visto che la ricetta in questione (vista realizzare anni fa nella trasmissione "Questo l'ho fatto io", su "Gambero Rosso Channel") è la versione di torta di mele più light che si sia mai vista sul globo terracqueo! Più una enorme mela cotta che una torta, in realtà, ma se adorate il ripieno dello strudel (...o le mele cotte;) non potrà non piacervi :p

TORTA DI MELE SENZA SENSI DI COLPA (sic)

Torta di mele light
 
Ingredienti:
6-8 mele di qualsiasi qualità (circa 1,7 kg / 1,8 kg, pesate con la buccia)
100 grammi di zucchero di canna (la ricetta originale ne prevedeva 150, per i miei gusti sono troppi)
scorza grattugiata di 1 limone
1 uovo
½ bustina di lievito
150 grammi di farina
50 gr di uvetta
50 gr di pinoli

Procedimento (foto): preriscaldare il forno a 170° (funzione “ventilato”). 

Ungere uno stampo a cerniera da 25-26 cm e ritagliare un disco di cartaforno per ricoprire il fondo dello stampo e delle strisce per il bordo, facendo aderire la carta alla superficie imburrata. 

Mettere l’uvetta ammollo in acqua tiepida. 

Sbucciare le mele e tagliarle in 6-8 spicchi, eliminarne la porzione di torsolo poi tagliare ogni spicchio in 3 o 4 pezzi, trasversalmente (dipende da quanto sono grosse le mele, si devono ottenere dei cubi non troppo piccoli, 2,5/3 cm di lato). 

Mettere le mele in una ciotola molto grande, aggiungere lo zucchero e la scorza di limone e mescolare. 

Sbattere l'uovo e aggiungerlo alle mele a pezzi, mescolando. 

Aggiungere la farina setacciata con il lievito, poi aggiungere l'uvetta ed i pinoli. 

Amalgamare il tutto sino a che la farina e lo zucchero insieme agli altri ingredienti avranno la consistenza di una "pappetta" abbastanza grezza attaccata alle mele, trasferire il tutto in nello stampo, pressando bene col dorso di un cucchiaio (o, meglio, con le mani) per fare “incastrare” bene i pezzi di mela, evitando di lasciare spazi vuoti troppo larghi tra un pezzo e l’altro. 

Infornare e far cuocere per almeno 1 ora e mezza (anche 1 ora e 40, dipende dal forno). 

Lasciare sfreddare prima di servire. 

Torta di mele light

Torta di mele light

PS: se si vuole accentuare la somiglianza con lo strudel, spolverizzare con della cannella in polvere (...e se volete anche dello zucchero a velo, ma allora i sensi di colpa saranno un po' di più;)

2 commenti:

  1. A natale ho ricevuto lo stesso attrezzo che vedo in foto per sbucciare le mele! ci credi che al primo impatto non avevo capito proprio cosa fosse? è utile sì, però io non ci ho fatto ancora l'abitudine! piuttosto che bella torta di mele, io la adoro e trovo che ognuna di noi la prepari sempre in un modo diverso e questo forse la rende una delle torte più buone in assoluto!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Silvia, è un attrezzo carino e devo dire che se si devono sbucciare tante mele è pure pratico ...certo che per una o due mele non vale la pena di tirarlo fuori dalla scatola;)

    RispondiElimina

...su, dai! ...non essere timido! ;)

Blog Widget by LinkWithin